info@winelovely.com - Via Marco Polo 1 - 55049 Viareggio (LU) . © 2023 by Valoriimmobiliari

Tutto il materiale (grafica, immagini e testo) presente in questo sito è di proprietà  dell'autore stesso.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, senza il consenso scritto dell'autore che pretenderà, comunque, l'indicazione scritta dell'url del sito.
Ai sensi della Legge n. 62 del 7-3-2001 questo sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità  regolare, essendo gli aggiornamenti effettuati senza scadenze predeterminate e consistenti soltanto in migliorie rispetto a quanto già pubblicato, senza rinnovare completamente i contenuti precedenti.
Tutti i dati pubblicati in questo sito, sono stati trattati secondo il D. Lgs. n. 196 del 2003 in materia di "privacy".

autore Valoriimmobiliari - Via Marco Polo 1 - 55049 Viareggio (LU)

La degustazione del vino è finalizzata all'esame di tutti gli aspetti qualitativi del vino e durante questa fase vengono impiegati tutti i cinque sensi, specie per quanto riguarda la vista, l'olfatto ed il gusto.

Partendo dall' esame visivo , osserveremo:
- il colore del vino, dovuto alla presenza dei pigmenti fenolici e, con l'invecchiamento, alla diminuzione degli antociani presenti nei vini rossi;
- l'intensità del tono, cioè della struttura del vino;
- la vivacità, cioè l'acidità del vino (un vino spento e sbiadito evidenzia mancanza di acidità);
- la limpidezza, cioè l'assenza di particelle in sospensione nel vino;
- la trasparenza, cioè la luminosità e la chiarezza del vino;
- la fluidità, cioè la consistenza del vino;
- l'effervescenza, cioè la produzione di CO2, nel vino versato.

Passando, successivamente, all' esame olfattivo , osserveremo:
- gli aromi primari, che provengono dall'uva stessa;
- gli aromi secondari, che provengono dai processi di vinificazione;
- gli aromi terziari, che provengono dalla maturazione e dall'invecchiamento del vino (bouquet).
Questa indagine, perciò, ricercherà in tutti questi aromi la qualità, l'intensità, la persistenza e la descrizione del profumo.

Passando poi all' esame gustativo , verificheremo i quattro sapori fondamentali:
- dolce
- amaro
- acido
- salato
che sono percepiti in diverse parti della lingua (dolce-punta, amaro-retro, acido-laterale, salato-lati superiori), mentre i quattro composti chimici fondamentali, responsabili delle sensazioni gustative sono:
- gli zuccheri (presenti nell'uva)
- gli alcoli (si formano durante la fermentazione)
- gli acidi (sia presenti nell'uva che formatisi durante la fermentazione)
- i tannini (presenti nell'uva e responsabili del colore e del sapore amarognolo del vino).

Inoltre, ci sono sensazioni:
- cutanee
- retro-olfattive
- termiche
- dolorifiche
- di pizzicore.

Quindi, nel valutare l'equilibrio di un vino incidono:
- morbidezza
- acidità
- tannicità.

Per quanto riguarda la tecnica di degustazione sono fondamentali da conoscere alcuni parametri:
- la temperatura di servizio, deve essere compresa tra gli 8°-10° per gli spumanti ed i 18°-20° per i vini rossi invecchiati o di struttura;
- l'ambiente deve essere pulito, ben illuminato e ben aerato, in modo da non provocare distorsioni di valutazione;
- i bicchieri devono essere adeguati al tipo di vino, cioè dalla flute per gli spumanti alla coppa grande per i cognac.
A questo punto si passa alla valutazione pratica:
- L'esame visivo, serve per valutare il colore nelle sue sfumature, la limpidezza, la fluidità e la tonalità;
- L'esame olfattivo, serve per valutare l'aroma del vino, e cioè l'intensità, la persistenza, la fluidità e la franchezza;
- L'esame gustativo, serve per valutare l'alcolicità, la corposità, gli zuccheri, l'acidità, la morbidezza, la tannicità e l'equilibrio nel suo complesso.

Al termine di questa fase, verranno fatte le considerazioni generali sul vino appena degustato.

Degustazione

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now