info@winelovely.com - Via Marco Polo 1 - 55049 Viareggio (LU) . © 2023 by Valoriimmobiliari

Tutto il materiale (grafica, immagini e testo) presente in questo sito è di proprietà  dell'autore stesso.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, senza il consenso scritto dell'autore che pretenderà, comunque, l'indicazione scritta dell'url del sito.
Ai sensi della Legge n. 62 del 7-3-2001 questo sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità  regolare, essendo gli aggiornamenti effettuati senza scadenze predeterminate e consistenti soltanto in migliorie rispetto a quanto già pubblicato, senza rinnovare completamente i contenuti precedenti.
Tutti i dati pubblicati in questo sito, sono stati trattati secondo il D. Lgs. n. 196 del 2003 in materia di "privacy".

autore Valoriimmobiliari - Via Marco Polo 1 - 55049 Viareggio (LU)

Abbinamento
E' la scelta, fatta di solito dal sommelier, per legare il cibo al vino migliore (o viceversa).

Abboccato
Vino con residuo di zuccheri naturali compreso tra 4 e 12 grammi per litro.

 

Acerbo
Vino ancora aspro, non ancora raffinato. Molto spesso è riferito ad un vino giovane, frequentemente rosso, che deve ancora maturare.

 

Acescenza
Malattia del vino che causa un aumento anomalo di acido acetico ad opera di batteri.

 

Acidi
Tartarico : E' l'acido più importante del vino con una spiccata attività conservativa essendo resistente all'attività batterica.
Malico : Responsabile del gusto acidulo ed aspro e facilmente degradabile dai batteri.
Citrico : Visto il gusto richiamato anche dalla parola non deve essere presente in quantità significative.
Lattico : prodotto durante la fermentazione per trasformazione dell'acido malico conferisce caratteristiche meno aggressive.
Succinico : Responsabile del sapore vino è molto importante nell'equilibrio complessivo.
Acetico : Tipico dell'aceto, è presente nel vino in ridottissime quantità ma, nella giusta proporzione conferisce aromi importanti.

 

Acidificazione
Operazione con la quale si effettua l'aggiunta nel vino di sostanze acide.

 

Acidità
Componente fondamentale di un vino. Rappresenta la somma degli acidi presenti e si esprime solitamente in grammi per litro (g/l). Da essa dipendono sia la gradevolezza di un vino che la buona conservazione.

 

Acidulo
Vino o cibo con acidità in eccesso che peraltro non raggiunge la soglia di sgradevolezza.

 

Agrodolce
Malattia dovuta all'azione di 'batteri lattici' che causa nel vino una sensazione di agrodolce molto sgradevole. La malattia è difficilmente curabile.

 

Alcolico
Vino in cui risalta particolarmente la parte alcolica.

 

Allappante
Vino o cibo che, per un eccesso di tannino, si presenta astringente "legando" le papille gustative.

 

Amabile
Vino con residuo di zuccheri naturali compreso tra 12 e 45 grammi per litro.

 

Amarognolo
Cibo o vino con un gradevole (leggero) gusto amaro.

 

Amarone
Malattia dovuta all'azione di batteri lattici che trasformano la glicerina in acroleina. Quest'ultima è la causa del gusto marcatamente amaro ma può essere facilmente combattuta dalle normali dosi di utilizzo della anidride solforosa.

 

Ambrato
Si dice di un vino con tonalità gialla simile all'ambra. Colore tipico dei vini da dessert. Qualora sia riferito ad un bianco secco, rappresenta una qualità negativa evidenziando un vino troppo invecchiato.

 

Ampelografia
Disciplina che definisce la classificazione e la descrizione dei vitigni.

 

Ampio
Vino con profumi particolarmente ricchi e complessi. Avvolgente.

 

Antociani
Sostanze disciolte nel vino che gli forniscono la caratteristica colorazione rossa.

 

Armonia
Vino le cui componenti sono gradevolmente proporzionate fra loro. Un vino è armonico quando è maturo.

 

Aroma
Sensazione olfattiva percepita dopo la deglutizione attraverso le vie retronasali.

 

Aromatico
Vino che restituisce gli aromi dell'uva di origine.

 

Asciutto
Vino che lascia in bocca una sensazione di pulito.

 

Astringente
Vino che "lega" per eccesso di tannino o di acidità tartarica.

 

Austero
Vino rosso di alta gradazione e struttura.

Barrique
Botti della capacità di 225 litri, in legno di rovere stagionato per due anni. In tale contenitore vengono invecchiati i vini di migliore qualità. E' detto anche carato.

 

Blanc de blancs
Vino bianco ottenuto da uve bianche.

Blanc de noirs
Vino bianco ottenuto da uve nere.

 

Botritizzato
Vino ottoneuto con uve colpite da muffa nobile "botrytis cinerea".

 

Botrytis Cinerea
Conosciuta anche come marciume grigio, è un fungo che ricopre l'acino di un ammasso feltroso grigiastro che ne causa la marcescenza. Si cura con prodotti specifici di cui bisogna fare un uso molto attento.

 

Bottiglia
Contenitore in vetro per il vino. E' di diversi tipi:Bordolese per rossi, Bordolese per bianchi, Borgognona, Renana, Champagnotta, Fiasco,

Albeisa e Pulcianella

 

Bouquet
Insieme delle percezioni olfattive.

 

Brusco
Vino tendente all'aspro ma non sgradevole.

 

Brut
Vino spumante secco cui è stato aggiunto, in minima parte, un liquer d'expedition.

Caldo
Sensazione data da un vino ricco di alcol e glicerina.

 

Carato
Vedi barrique.

Cloni
Gruppo di piante discendenti per moltiplicazione da una unica pianta selezionata.

 

Consistenza
Compattezza e consistenza di un alimento oppure concentrazione di un vino.

 

Corpo
Elementi che compongono il vino a parte l'alcol e l'acqua.

 

Corposo
Vino ricco di estratti e alcol dove sia coloro che sapore risultano in armonia.

 

Corto
Di vino poco persistente.

 

Coupage
Mescolamento di due o più vini o mosti o acquaviti, per ottenere prodotti con qualità migliore e costante.

 

Cru
Termine francese per indicare una parte specifica di un vigneto di una ben determinata zona. Di solito si riferisce ad uve di particolare pregio.

 

Cultivar
sottospecie di uno specifico vitigno.

 

Cuvée
Indica l'assemblaggio di vini di diverse annate e provenienze. di solito si riferisce a spumanti metodo classico.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now